Tutti fuori al Consolato: Assange è in pericolo di vita, diamo un segnale forte

Tutti fuori al Consolato: Assange è in pericolo di vita, diamo un segnale forte

Voglio lanciare un appello a tutti i miei colleghi giornalisti, ma anche a tutti quelli che ritengono doveroso difendere a spada tratta la libera informazione.

Noi dobbiamo assolutamente schierarci pubblicamente al fianco di Julian Assange che sta per essere estradato negli Stati Uniti (il che vuol dire morte sicura). Anzi, è stato Assange stesso che ha detto: “Io non accetterò mai di finire in un carcere degli Stati Uniti piuttosto mi ammazzo prima“.

Siamo veramente di fronte alla morte annunciata di un uomo che ha combattuto tutta la vita per rendere l’informazione libera, per rendere un servizio al mondo. La morte di Assange sarebbe la morte della libertà di informazione. Nessuno di noi si sta realmente attivando per fare in modo che venga bloccata questa misura assurda che consacrerebbe la fine della libertà per tutti noi.

Quindi lancio l’appello a tutti i colleghi giornalisti, a tutti quelli che vogliono difendere la libera informazione. Abbiamo organizzato un sit-in fuori dal Consolato Americano di Milano in favore di Julian Assange per il giorno 3 luglio. Ossia nel giorno del suo compleanno.

Francesco Amodeo

 

Il flash mob inizia alle ore 18:00 in LARGO GUIDO DONEGANI  ( Davanti Radio 105).

 

Vi aspettiamo.

Per aderire scrivere a noi@francescoamodeo.it

No Comments

Post A Comment