Al TG ci raccontavano dei neonazisti in Ucraina legati ai novax italiani che oggi, invece, collegano a Putin.

Al TG ci raccontavano dei neonazisti in Ucraina legati ai novax italiani che oggi, invece, collegano a Putin.

Di seguito riportiamo il testo del TG 1 del 19 marzo 2021 in cui si parla del neonazismo dilagante in Ucraina, fenomeno che oggi, invece i media provano a nascondere, ma si provava anche a creare un collegamento, tanto assurdo quanto falso, con la categoria dei novax italiani.

La cosa ancora più assurda è che oggi, invece, la narrazione è diventata diametralmente opposta. I novax italiani vengono definiti come pro Putin e quelli che erano riconosciuti come i battaglioni neonazisti vengono ridotti a semplici frange delle forze armate ucraine, come riportato da Enrico Mentana durante un suo servizio sulla guerra in Ucraina.

Questa opera di disinformazione mediatica non è più accettabile, e va denunciata.

 

Napoli, Roma, Torino, Ferrara e altre cinque città contro un’associazione neonazista.

La polizia d Stato sta eseguendo perquisizioni domiciliari nei confronti di 26 persone indagate per associazione sovversiva di matrice neonazista e suprematista.

Gruppi di matrice neonazista che succede i canali telegram, incitavano al razzismo e all’antisemitismo, negavano la shoah e esaltavano il fascismo. Tra questi l’associazione Ordine di hagal sul sito internet anche prese di posizione novax utilizzate come richiamo per avvicinare proseliti alla causa nazista e negazionista.

La procura di Napoli ha indagato il presidente e il vicepresidente, insieme ad un’altra quindicina di persone. A loro viene contestato anche il possesso d’armi. perché l’odio per gli inquirenti non si limitava conversazioni sulle chat, ma ad una costante attività di addestramento paramilitare anche nei campi de napoletano e del casertano. Nelle abitazioni perquisite da Ragusa a Torino la polizia ha trovato munizioni armi soft air, tra cui un lancia granate, abbigliamento militare. Dalle chat e dalle conversazioni analizzate la programmazione di eclatanti azioni violente alcuni degli indagati sarebbero anche andati all’estero per imparare ad usare quelle armi.

Stretti i contatti con formazioni ultranazionaliste ucraine apertamente neonaziste, centuria il battaglione Azov, la legione nera del neofascismo ucraino.

 

Per ascoltarlo CLICCA QUI

 

La nostra Casa editrice è indipendente e si finanzia solo grazie ai vostri contributi, se ritieni che il nostro lavoro sia utile Sostienici:

Acquistando uno dei nostri libri: https://www.matrixedizioni.it/categor

Per te un codice sconto del 15%  : MARTIX15 (non valido su prodotti già in promozione )

Oppure sostienendo la libera informazione con una donazione : 

  • Pay Pal matrix
  • BONIFICO BANCARIO :  IT86L0103003405000003591323  MATRIX , CAUSALE : DONAZIONE

Anche un piccolo contributo è importante per permetterci di continuare il nostro lavoro.

Per qualsiasi informazione scrivici ad [email protected]

Visita il nostro sito www.matrixedizioni.it

 

No Comments

Post A Comment